LENTI A CONTATTO: COME EVITARE RISCHI AL MARE O IN PISCINA

LENTI A CONTATTO: COME EVITARE RISCHI AL MARE O IN PISCINA

Per chi porta le lenti a contatto occorre fare attenzione perché le irritazioni sono dietro l’angolo: fare il bagno con le lenti, senza le dovute precauzioni, è un’abitudine che sarebbe meglio togliersi definitivamente se non si vogliono rischiare brutte sorprese durante le tanto desiderate vacanze estive.

Regole per limitare il pericolo di infezioni e irritazioni agli occhi:

  • Usare occhialini per nuotare


  • Pulire con cura le lenti a contatto


  • Evitare di strofinarsi gli occhi


Questi sono solo alcuni degli accorgimenti necessari per evitare fastidi durante le vacanze estive, consigliati da Clinica Baviera Italia di Milano, istituto oftalmico specializzato nella correzione dei difetti visivi.

Il rischio infezioni
“Le congiuntiviti”, dice Marco Moschi, direttore sanitario di Clinica Baviera Italia, “sono spesso provocate dal cloro presente nelle piscine e anche dall’eccessiva esposizione al sole. Per questo è opportuno indossare gli occhialini in acqua e, una volta fuori, portare occhiali da sole con filtro UV che coprano per intero l’occhio e lo proteggano dai raggi solari. Per scongiurare possibili contagi infettivi, inoltre, è estremamente importante evitare di condividere asciugamani”.

Come evitare problemi
“Se non si vuole rinunciare alle lenti a contatto”, aggiunge l’esperto, “è sempre meglio indossare gli occhialini per nuotare e immergersi, evitando il contatto diretto tra la lente e l’acqua”.
Il contatto della lente con l’acqua di mare o della piscina, infatti, causa alterazioni dell’idratazione della lente, con una conseguente irritazione oculare.


Inoltre è consigliabile usare un prodotto monouso (lenti a contatto giornaliere) in modo tale da gettarlo dopo l’utilizzo.

Nel caso in cui un granello di sabbia dovesse entrare nei vostri occhi, e in particolare tra l’occhio e la lente a contatto, non strofinate perché peggiorereste la situazione aumentando il rischio di escoriazioni: meglio lasciare agire le nostre lacrime per far uscire il corpo estraneo.

Tratto da www.staibene.it

Condividi questo post